CONGO

DON PIERO GAVIOLI

missionario in Congo6

…..Sono arrivato a Ngangi 6 anni fa, dopo una quarantina d’anni passati a Lubumbashi. Quando don Joachim, che era allora ispettore salesiano, mi propose di andare a Goma. Don Joachim mi disse: a Goma troverai una grande povertà e molte sofferenze. Ed è vero. Vent’anni di guerre hanno lasciato ferite profonde nella popolazione del Nord-Kivu. Ho dovuto imparare il lessico della miseria della sofferenza: bambini orfani, soli, non scolarizzati, vulnerabili, sfollati, bambini soldato, bambini e bambine accusati di stregoneria. ragazzi e ragazze di strada, ragazze madri, ragazze vittime di violenza…
Ho avuto l’opportunità di trovarmi nel Centro per i giovani Don Bosco che ha scelto come sua missione l’accoglienza di persone vulnerabili, ferite dalla vita. Con i miei confratelli salesiani, i volontari del VIS (un’ONG vicina al mondo salesiano) e i collaboratori laici abbiamo cercato di rispondere ai molteplici bisogni della popolazione che vive nei pressi di Ngangi. Abbiamo seguito questa strada con alti e bassi, in periodi di relativa pace come in periodi di guerra aperta o quiescente. Ho avuto l’opportunità di scrivere un certo numero di cronache, articoli, rapporti che possono essere reperiti sul sito dei salesiani di Don Bosco http://www.infoans.org/index.asp?Lingua=1 digitando Goma nel box di ricerca.
Ora la mia missione a Ngangi è arrivata al termine: i salesiani hanno la saggezza di nominare un direttore per un periodo di 6 anni dopo di che lascia il posto ad un altro, che può così rinnovare lo spirito della missione con un nuovo dinamismo. Così don Jean-Claude Kikonde – che è stato mio vicario negli ultimi due anni – mi ha sostituito ufficialmente a partire dal 15 agosto. Sono stato destinato a Bukavu – 100 km da Goma sull’altra sponda del lago Kivu – dove i salesiani hanno ripreso da qualche mese una piccola scuola professionale fondata da un missionario saveriano per l’educazione dei bambini di strada e dei ragazzi vulnerabili. Si tratta di un’opera al debutto, molto più piccola e meno complessa di Ngangi. Anche a Bukavu ho trovato molta povertà e sofferenza, e bambini e giovani in attesa di un aiuto per dare una svolta alla loro vita.

Di sotto il link di un documentario (in francese) sul centro Don Bosco Ngangi realizzato da un amico nel Maggio 2014:
link: https://vimeo.com/119656293
password: ank

Bukavu
Piero Gavioli